IL SALONE DEL MOBILE 2021 SI FARÀ

24 NEWS

IL SALONE DEL MOBILE 2021 SI FARÀ

Il Design torna finalmente in città!

Una bella notizia per la città di Milano, che rivedrà dopo più di due anni la presenza “fisica” di una delle manifestazioni più amate e celebri: il Salone del Mobile.

Un segnale di speranza, di ripresa e di ritorno alla normalità per tutta l’Italia. E’ di qualche giorno fa la conferma ufficiale che quest’anno, in cui peraltro si celebra il suo 60° anniversario, il Salone del Mobile si terrà, seppur in veste “light ed inedita”. 

A marzo dell’anno scorso, l’evento era stato uno dei primi appuntamenti annuali a venir dapprima spostato a giugno e successivamente rinviato direttamente all’anno successivo.

Grande entusiasmo al riguardo non solo da parte di Federlegno Arredo, associazione organizzatrice della manifestazione, ma anche da parte della politica e delle aziende facenti parte del settore design-arredo che, nonostante le incertezze del periodo storico in cui stiamo vivendo, contribuiranno con determinazione e coraggio alla riuscita dell’evento.

D’altronde, il claim dell’evento parla da solo “Il Design riparte da qui”.

 

Che cosa sappiamo per ora di questa edizione tutta inedita del Salone del Mobile?

Oltre a rendere nota la data, dal 5 al 10 settembre 2021, gli organizzatori della manifestazione hanno anticipato che ci saranno grandi cambiamenti dal punto di vista organizzativo e logistico per rispettare le disposizioni di contenimento del virus Covid-19. 

Il numero di ingressi alla Fiera Milano di Rho sarà sicuramente contingentato e, per permettere a più persone possibile di partecipare ed ammirare i prodotti delle aziende dell’arredamento italiane ed internazionali, “le mostre e i percorsi integrati con i prodotti e le novità degli ultimi 18 mesi dialogheranno con la nuova piattaforma digitale che sarà presentata a breve”.

A tal proposito Maria Porro, presidente di Assarredo, ha recentemente dichiarato in un’intervista: “Ci sarà anche la grande novità del Salone phigital: (fiera fisica e digitale) uno strumento innovativo per le aziende, che farà da amplificatore di tutte le iniziative in programma all’interno della Fiera, sia di prodotto che culturali. Un progetto sfidante, la nuova modalità per raggiungere in modo capillare ed efficace anche mercati lontanissimi. Affiancherà la fiera fisica che rimane imprescindibile. Per il design e l’arredo in generale solo l’esperienza diretta consente di far scoprire la qualità, la vera la chiave del business”.

E per quanto riguarda l’amato e celebre Fuorisalone?

Dopo la conclusione dell’edizione digitale del Fuorisalone, svoltasi in occasione di Milano Design City dal 12 al 18 aprile 2021, gli organizzatori dell’evento parallelo al Salone del Mobile hanno annunciato l’effettivo svolgimento dell’edizione fisica a settembre!

La kermesse che anima le strade e i District di Milano è stata confermata, come sempre, in concomitanza al Salone del Mobile. Grande la soddisfazione di Stefano Boeri, celebre architetto e Presidente di Triennale Milano, che ha definito l’unione dei due eventi come il «binomio vincente che gli altri non hanno».

Mostre, show ed installazioni innovative torneranno finalmente a colorare ed animare le strade di una Milano, che nell’ultimo anno ha visto purtroppo grandi cambiamenti e le sue affollatissime strade svuotarsi da un momento all’altro.

 

Per concludere, in un periodo di grandi difficoltà economiche e sociali, la scelta di organizzare due degli eventi cult di Milano è “una scelta coraggiosa perché fare le cose in modo diverso, mettendo sempre al centro la qualità, l’innovazione e i prodotti, presuppone anche la capacità di reinventarsi e proprio questa capacità sarà il principale motore di questa edizione unica, in presenza”. Non è sicuramente stato un caso che il tema scelto per l’edizione digitale del Fuorisalone sarà “Le forme dell’abitare”, un chiaro invito a riflettere sugli spazi abitativi, su come stanno cambiando e come si evolveranno in futuro.

Dunque, ci aspettano un Salone del Mobile e un Fuorisalone innovativi “con una veste inedita, attenta a valorizzare le novità, le tecnologie e i progetti delle aziende internazionali e del Made in Italy”.

Siete pronti?